Come prendersi cura del cashmere


Il cambio di stagione è alle porte e conservare al meglio i propri capi è fondamentale per farli durare negli anni. Ecco di seguito alcuni pratici consigli per prendersi cura dei prodotti in cashmere.

1. COME INDOSSARLO
Per garantire ai capi in cashmere un’ottima resa nel tempo si consiglia di non utilizzarlo per più di due giorni di fila e di lasciarlo, dopo l’uso, qualche ora all’aria aperta per consentirgli di recuperare tutta la sua originale morbidezza.

2. LAVARE A CASA IL CASHMERE SI PUÒ
Il cashmere ama l'acqua: infatti le Capre Cashmere vivono all’aperto e spesso in zone piovose. Il loro pelo è abituato all'acqua e con il lavaggio si contribuisce a rinnovarne la fibra, facendo altresì sparire buona parte dei pallini che si sarebbero potuti formare. Sia che si decida di lavarlo a mano sia che si preferisca utilizzare la lavatrice, è opportuno assicurarsi che il capo sia messo a rovescio e che l’acqua sia a bassa temperatura.

3. FAGLI LO SHAMPOO!
In caso di lavaggio a mano vale la pena sapere che il cashmere è amico dello shampoo mentre non si può dire lo stesso dell’ammorbidente.  

4. GLI INEVITABILI PALLINI
Tutti siamo perseguitati dai pallini nei maglioni, ma la tecnologia ci viene in aiuto. Il leva pallini a pile permette infatti di rimuovere velocemente tutte queste piccole esuberanze e far tornare il cashmere come nuovo.

5. ANCHE LE TARME PATISCONO IL FREDDO
Lo sapevate che per combattere le tarme basta mettere i capi nel freezer? Questo si consiglia soprattutto nel caso in cui siano già presenti sul capo segni della presenza di tarme.
 



Lascia un commento

Attenzione, il commento deve essere approvato prima della pubblicazione